lunedì 23 novembre 2015

Qualche perla

Non per ritornare sul solito discorso da me già affrontato alla veloce qui, ma voglio tirarlo nuovamente fuori per poi allacciarmi al discorso che volevo fare inizialmente sullo stato (scritto volontariamente con la esse minuscola).
Oramai si sentono (immaginate come mai...) fino alla nausea una marea di frasi fatte, sempre uguali, quella che adoro di più è la seguente: "Qui si rispettano le regole, altrimenti te ne torni a casa tua", ma va? Il bello è che tutti sono convinti che un migrante sia sempre un impunito e cose simili, invece vorrei farvi presente che gli impuniti sono generalmente i mafiosi e i politicanti, un'accoppiata perfetta tra l'altro.
Però dato che vi piace così tanto la sacra legge, quando non viene applicata a dovere invece di prendervela con l'eventuale impunito e sbraitare frasi a casaccio mentre gesticolate come dei cerebrolesi, prendetevela con le istituzioni che non hanno fatto il loro dovere, prendetevela con i magistrati, prendetevela con lo stato! In poche parole, agite con cognizione di causa, deficienti!
E finalmente ora posso iniziare la mia visione dello stato, logicamente per evitare di scartavetrarvi le palline cercherò di essere il più sintetico possibile.
Io non voto quindi posso lamentarmi! Ti insegnano che se non voti poi non ti devi lamentare, che il voto è un dovere e un diritto, praticamente ti chiedono ogni tanto una X su un foglio di carta, roba che persino un analfabeta è in grado di fare, poi una volta eletti grazie a tante X fanno quello che gli pare e ti comandano. Solo chi vota può protestare dopo, e invece è proprio il contrario, in quanto  votando un politico gli regali il diritto di esercitare il suo potere su di te grazie alla delega che gli hai appena dato, quindi perché ti lamenti?
Con la delega gli altri decidono per te, mi pare una cosa molto semplice ed elementare, non c'è molto da spiegare..
Sono consapevole del fatto che vivo più o meno come tutti sotto lo stretto controllo dello stato, ma io al loro gioco non partecipo e mai lo farò, abbiamo migliaia di anni di esempi, le abbiamo provate tutte, lo stato ha sempre fallito in ogni sua forma in tutto il mondo, forse eliminare lo stato nella sua totalità farebbe solo bene, altro che "io scelgo almeno il male minore..." questo si che è inquietante.